Idee creative
Pastiglie leone: una storia di colori, packaging e successo

È il 1857 quando Luigi Leone dà avvio alla produzione di piccole pastiglie digestive nella sua confetteria di Alba. Bottoncini colorati tutt’ora in commercio, simboli dell’eccellenza italiana, icone di dolcezza e sapere artigiano. Sono oltre 160 gli anni di storia che si nascondono dietro “Marca Leone” e le sue celebri confezioni di pastiglie.

Nel corso degli anni l’azienda si è sempre distinta per la sua elevata attenzione al dettaglio e alle tradizioni. I punti di forza di “Marca Leone”, immutati nel tempo, sono contenuti nelle ricette, nella scelta degli ingredienti e nei metodi di lavorazione utilizzati. Componenti produttive essenziali che sono state abilmente reinterpretate nel corso degli anni per essere sempre al passo con l’evoluzione del gusto e con le nuove tendenze. Una visione dinamica che ha dato vita al perfetto connubio tra tradizione e innovazione, artigianato e imprenditorialità.

 

Gli inconfondibili packaging di Pastiglie Leone

L’estrema cura dedicata al contenuto ha sempre coinvolto anche il contenitore. Inizialmente, in tutte le confetterie, le caramelle erano poste all’interno di grossi vasi e venivano vendute sfuse. Pastiglie Leone segnò la svolta nelle modalità di vendita del prodotto introducendo, attorno al 1880, la sua prima lattina tascabile. Contenitore storico, dal look vintage ed estremamente raffinato, che ha concorso a rendere il brand unico e inconfondibile nel mondo.

Lo spirito innovativo del laboratorio è rimasto vivo nel corso del tempo, anche quando la confetteria Leone venne acquisita da Giselda Balla Monero, nel 1934. La “Leonessa”, imprenditrice audace caratterizzata da un forte spirito industriale, investì molto nello sviluppo di nuove confezioni e nella pubblicità e introdusse dei concorsi per premiare i migliori clienti.

Le confezioni di latta furono realizzate dapprima in un unico colore metallico/dorato e personalizzate con scritte in nero. Negli anni Sessanta iniziarono ad essere modificate: le scritte identificative dei vari gusti divennero rosse.

confezioni-vintage-pastiglie-leone-latta

Agli inizi del Novecento vennero prodotte le note scatolette lineari in cartoncino giallo e oro personalizzate con fregi sabaudi. Gli astucci nacquero come ricariche per le lattine Leone ed erano venduti all’interno di un incarto bianco con scritte in rosso che ne identificavano il gusto. Nel 1999 questi incarti vennero modificati e colorati utilizzando palette di tinte pastello per distinguere i vari gusti delle Pastiglie Leone. Le scatole attuali sono state realizzate nel 2009 e sono caratterizzate dall’uso di colori pastello e da illustrazioni retrò che rievocano i differenti gusti.

confezioni-di-pastiglie

Packaging special edition: design del gusto

A partire dal 2005, in occasione dei XX Giochi Olimpici invernali di Torino, Pastiglie Leone ha avviato la produzione delle celebri collezioni limitate di lattine, personalizzate tramite illustrazioni e grafiche coloratissime. Packaging che per la loro bellezza e ricercatezza sono diventati dei veri e propri oggetti da collezionare. Visto il successo delle prime scatole limited edition, dal 2008 “Marca Leone” ha deciso di colorare anche le confezioni di latta classiche.

Nel tempo sono stati prodotti packaging in edizione limitata per le seguenti collezioni: “Classica”, “Pin-Up”, “Music Club” e “Sweet(s) Italia”, a cui si aggiungono, ogni anno, nuove serie grafiche tra cui quelle dedicate a Lupin III e alle fiabe più famose. Da diverso tempo Pastiglie Leone si cimenta, inoltre, nella realizzazione di lattine o confezioni di pastiglie in co-branding con altre aziende o associazioni. Tra le varie collaborazioni spiccano quelle avviate con Amnesty International, Superga, Max&Co. e Orient Express.

collezioni-limitate-lattine-pastiglie-leone

La progettazione grafica

Il design grafico dei packaging viene studiato in azienda, mentre la progettazione è affidata ad agenzie grafiche di fiducia ed illustratori professionisti che lavorano partendo da bozzetti a carboncino. Tutte le illustrazioni delle confezioni sono create ad hoc, in esclusiva. In caso di progetti particolari, l’azienda collabora con agenzie esterne, come per la collezione di lattine per il 40° anniversario di Amnesty International Italia, la cui grafica è stata realizzata dal Laboratorio Zanzara, una cooperativa sociale torinese nata come progetto di creatività e integrazione nell’ambito del disagio mentale.

pastiglie_leone limited edition amnesty international

L’importanza del packaging per il brand

La storia di Pastiglie Leone è emblematica per il settore del packaging. Le confezioni brandizzate sono, infatti, di fondamentale importanza per l’azienda in quanto fonti certe affermano che molti consumatori acquisterebbero le Pastiglie Leone anche solo per la scatola di latta.