disegno-blog

Come realizzare un packaging cartotecnico professionale in 5 passi

maggio 26, 2015 Mondo del packaging 0

Realizzare un packaging cartotecnico professionale può essere più semplice di quanto tu possa pensare. In questo post ti mostriamo come affrontare al meglio le diverse fasi della progettazione per aiutarti a facilitare il processo di creazione delle tue scatole personalizzate.

Ecco i 5 passi fondamentali che ti aiuteranno a realizzare un packaging in maniera professionale, a partire dalla fase di ideazione fino alla realizzazione del prodotto finito:

 

1. Briefing con il cliente

Questa fase è di vitale importanza per la buona riuscita del progetto e consiste nel raccogliere tutti i requisiti richiesti dal cliente che il packaging dovrà avere. Come? Focalizzandoti, in primo luogo, sulle caratteristiche del prodotto da contenere, in modo da ideare un packaging ottimale per il suo contenimento. In particolare dovrai chiedere al cliente informazioni dettagliate su:

Caratteristiche materiali del prodotto (dimensioni, peso, volume, forma, tipi di materiali utilizzati, …)

Caratteristiche immateriali del prodotto (prezzo, posizionamento sul mercato, canali di vendita, tipologia di prodotto, categoria merceologica, …)

Modalità di distribuzione (modalità di trasporto e distribuzione del prodotto, ad es. vendità in negozio fisico oppure vendita online, trasporto tramite pallet, stoccaggio in magazzini, …)

Caratteristiche del consumatore finale (modi e momenti di consumo/utilizzo, unicità del prodotto e target di riferimento; ad es. se un prodotto può essere utilizzato in momenti o modi diversi, puoi pensare di realizzare due differenti tipologie di packaging che si adattino ai diversi contesti di utilizzo)

Normative (eventuali adempimenti di legge che il packaging deve rispettare; ad es. tabelle nutrizionali nel caso di cibi e bevande, indicazione sull’età di utilizzo se si tratta di giocattoli, obbligo di specificare informazioni tecniche, …)

Competitor (chi sono i concorrenti, quali sono le caratteristiche materiali e immateriali dei loro prodotti, che tipo di packaging utilizzano, che tipo di comunicazione utilizzano, …)

 

2. Creazione del concept

Partendo da tutte le informazioni raccolte dal cliente, potrai finalmente ideare il concept del packaging, che rappresenterà la base della tua proposta progettuale, e stabilire con precisione l’aspetto delle scatole: dimensioni, grafica, testi, forma della fustella, materiale, …

In caso di grosse tirature, è molto importante valutare oppurtunamente le dimensioni finali del packaging in modo da ottimizzare la resa della scatola sul foglio di stampa e gli ingombri per la distribuzione.

Ottimizza le dimensioni: se il tuo cliente distribuisce i prodotti su pallet puoi ottimizzare le dimensioni del packaging in funzione degli imballi secondari e ottimizzare così anche il carico sui bancali. Per il tuo cliente un packaging con dimensioni adattate agli standard di trasporto utilizzati si tradurrà in un’opportunità di risparmio significativa. Ad esempio, se stai realizzando un packaging per biscotti puoi provare a cambiare: la disposizione dei prodotti all’interno della scatola, il tipo di fustella o il sistema di apertura (sempre considerando la macchinabilità), in modo da ottenere un risultato dimensionale ottimizzato e performante.

Ottimizza la resa: modificando solo alcuni aspetti del tuo packaging (ad es. spostando le alette di apertura da un lato all’altro), puoi migliorare gli incastri sul foglio di stampa e sfruttare al massimo lo spazio disponibile, senza cambiare le dimensioni della scatola.

Esempio di come sia possibile ottimizzare la resa sul foglio di stampa.

Esempio di come sia possibile ottimizzare la resa sul foglio di stampa spostando le alette di apertura.

3. Realizzazione di un mockup

Ora che la tua idea di packaging è definita, puoi fare il passo successivo e realizzare un mockup della tua confezione, prima di predisporre l’ordine definitivo. Uno strumento che ti permette di mostrare al cliente il packaging che hai ideato con grafica applicata: un’anteprima della scatola che corrisponderà a ciò che in seguito potrà acquistare e ricevere.

Mockup stampato: ordinando un mockup stampato in altà qualità con gli stessi materiali utilizzati per la produzione definitiva, puoi testare gli aspetti strutturali del packaging, come ad esempio la facilità di apertura e chisura, i materiali scelti e la tenuta della confezione rispetto al peso del prodotto; puoi anche valutare la realizzazione di diverse forme e fustelle, in modo da poter toccare con mano i diversi tipi di packaging e scegliere insieme al cliente la soluzione migliore.

Mockup 3D virtuale: scegliendo un mockup 3D virtuale, puoi mostrare al cliente un’anteprima virtuale del packaging (inclusa la grafica da te realizzata), con la possibilità di ruotarlo a 360° e osservarlo da diverse angolazioni. Questa soluzione è utile per velocizzare il processo di creazione e condividere il tuo concept con i clienti anche a distanza e in poco tempo.

 

4. Test di mercato

Dopo la presentazione dei mockup e l’approvazione del concept, puoi effettuare un test di mercato in collaborazione con il cliente, anche investendo solo un piccolo budget. Come? Basta acquistare miniserie di poche copie (ad es. 10, 100 o 500) del packaging per valutare diversi progetti grafici, messaggi promozionali o forme di scatole. Grazie ai test di mercato è più facile capire quali sono i packaging che riscontrano la maggiore preferenza di acquisto tra i clienti di un negozio fisico. Quando avrai verificato qual è il packaging che piace (e che vende) di più, ti basterà ordinarne la quantità desiderata.

Miniserie di Packaging realizzata per test di mercato.

Miniserie di Packaging realizzata per test di mercato.

 

5. Invio dell’ordine

Ora che hai creato il concept definitivo, validato il tuo progetto e ricevuto l’approvazione del cliente, non devi fare altro che ordinare il quantitativo di scatole richiesto. Con Packly non c’è un minimo d’ordine né un multiplo di scatole da rispettare: massima libertà e flessibilità per le tue esigenze di packaging.

 

Ricorda, la chiave per affrontare al meglio il processo di realizzazione di un packaging professionale è la profonda conoscenza del prodotto e del consumatore, che ti permetterà di realizzare una scatola nel miglior modo possibile, ottimizzando i costi e le risorse, offrendo una soluzione personalizzata al cliente e un packaging allettante al consumatore finale.

Se anche tu hai esperienze nella realizzazione di packaging e vuoi condividere con noi il tuo punto di vista, raccontaci la tua esperienza nei commenti qui sotto.


Crea e stampa il tuo packaging online