glossario packaging parole

Packaging e parole: glossario dei termini tecnici

giugno 21, 2016 Mondo del packaging 0

L’articolo di oggi è un piccolo glossario dei termini maggiormente utilizzati nel settore del packaging e della cartotecnica. Un riferimento utile per chi si cimenta per la prima volta nella realizzazione di scatole personalizzate ma anche per i più esperti.

Un elenco, dalla A alla Z, di tutti i termini tecnici ricorrenti nella progettazione e nella produzione del packaging. Conoscenze base necessarie per saper gestire al meglio l’intero processo produttivo senza farsi trovare impreparati. Parliamo la stessa lingua!

 

Scarica ora il tuo white paper “Packaging Design – Progettazione”

  • A
  • B
  • C
  • D
  • F
  • G
  • I
  • L
  • M
  • P
  • Q
  • R
  • S
  • T
  • U
  • V

A

Abbondanza: margine di sicurezza, indicato in verde e generalmente di 3mm, oltre la linea di taglio. Fondi e immagini devono raggiungere questo limite per evitare la presenza di bordi bianchi nella scatola finita.

Aletta colla: superficie esterna utilizzata per incollare, parzialmente o completamente, il packaging. Generalmente non stampata in quanto riservata alla colla.

Altezza (H): indica la distanza tra la base della scatola e la parte superiore di chiusura.

Alveolo: accessorio sagomato posto all’interno alla scatola per impedire il movimento dei prodotti contenuti.

Asola: intaglio semicircolare realizzato su una faccia della scatola per favorirne l’apertura. Conosciuta anche come unghiatura.

B

Bianca: facciata del foglio stampata per prima, il fronte. Il retro è detto volta.

C

Carta: materiale igroscopico in fogli ottenuto dalla lavorazione di fibre di cellulosa unite tra loro ed essiccate. Grammatura dai 10 ai 150 g/mq con spessore 0,03÷0,3 mm.

Carta patinata: carta rivestita da una patina che rende la superficie liscia e più adatta alla stampa di immagini e illustrazioni. La finitura può essere lucida, opaca o semi-opaca.

  • Lucida (gloss): tipo di finitura superficiale che rende la carta liscia e riflettente. Indicata per la stampa di immagini in quanto favorisce una resa dei colori ottimale e brillante.
  • Opaca (matte): finitura che non riflette la luce e garantisce un’ottima leggibilità.
  • Semi-opaca: carta con un indice di riflessione della luce a metà tra la carta lucida e quella opaca. Caratterizzata da una buona leggibilità e da una buona resa cromatica delle immagini.

Cartoncino teso: tipologia di carta resistente con grammatura tra i 150 e 450 g/mq e spessore > di 0,3 mm.

Cartone ondulato: materiale cartaceo spesso e particolarmente pesante, costituito da un foglio di carta ondulato centrale (onda) racchiuso tra due fogli piani (copertine).

CMYK: conosciuto anche come quadricromia, è un processo di stampa che utilizza 4 colori: ciano (cyan), magenta (magenta), giallo (yellow) e nero (key color).

Coda di rondine: sistema di chiusura ad incastro composto da alette opportunamente sagomate che, una volta chiuse, restano bloccate.

Cordonatore: lamina non tagliente inserita nella fustella utilizzata per schiacciare e/o snervare il foglio in corrispondenza delle linee di piega.

Cordonatura: impressione a secco realizzata in corrispondenza delle linee di piega per facilitare la piegatura del foglio e garantirne l’accuratezza.

Cordone: linea di piega della scatola.

D

Definizione: grado di dettaglio di un’immagine determinato dalla precisione delle linee di un retino fotografico. Misurata in ‘alta’ e ‘bassa’.

Doppia parete: particolare tipo di vassoio caratterizzato dalla presenza di una parete interna aggiuntiva distanziata da quelle esterne tramite un marciapiede a larghezza fissa o variabile.

F

Fibra: direzione di allineamento delle fibre di cellulosa che compongono il materiale cartaceo.

File bitmap (o raster): file i cui contenuti, generalmente immagini, sono descritti attraverso una griglia di punti (pixel) a cui viene assegnato un colore specifico. Il numero di pixel contenuti al suo interno ne determina la risoluzione. Questo tipo di file è utile per la rappresentazione di immagini reali ricche di colori che possono essere facilmente modificate, è invece sconsigliato per elaborati grafici che richiedono modifiche dimensionali: zoom ed ingrandimenti potrebbero causare una considerevole perdita di risoluzione – e quindi di qualità – dei vari elementi.

File vettoriale: i file in formato vettoriale sono composti da primitive geometriche la cui combinazione da vita a punti, linee e forme di qualsiasi tipo. Queste primitive sono generate a partire da equazioni matematiche e quindi possono essere ridimensionate e modificate in qualsiasi modo senza che ciò comporti una perdita di qualità delle stesse. Non sono legate alla risoluzione del file.

Finestratura: sagoma intagliata realizzata su una o più facce della scatola da cui è possibile vedere il prodotto contenuto all’interno. Può prevedere o meno l’applicazione di un film plastico.

Finitura: processo di lavorazione eseguito dopo la stampa per ottenere un particolare effetto visivo e/o tattile.

Fondo automatico (o a scatto): sistema di chiusura con fondo incollato automontante all’apertura della scatola.

Formato carta: indica le dimensioni (lunghezza per altezza) del foglio. I formati standard di riferimento principali sono: standard internazionale e formati nordamericani. Lo standard di stampa cartotecnico è il B1 (70×100 cm circa).

Foro europeo (sombrero): occhiello con forma standard compatibile con tutti gli espositori, sia da banco che da terra.

Fustella: utensile composto da un nastro di acciaio tagliente – sagomato secondo le esigenze – utilizzato per il taglio preciso di un prodotto, generalmente un foglio, in campo tipografico, cartotecnico e affini.

G

Gancio: chiusura di sicurezza con linguetta a incastro.

Grammatura: è il peso di un foglio di carta espresso in grammi per metro quadro. Per stessa tipologia di carta la grammatura è direttamente proporzionale allo spessore.

Grafica multipla (multireferenza): varianti grafiche per un’unica tipologia di prodotto.

Griglia alveolare: divisorio interno a più scomparti dati dall’incrocio di pareti che si incastrano tra loro.

I

Intaglio: incisione con asporto di porzioni di materiale tramite cui è possibile generare delle sagome vuote, semplici o complesse.

L

Larghezza (A): definisce il lato di apertura della scatola.

Linea di taglio: bordo di taglio della scatola.

Livelli: fogli di lavoro di un software grafico che vengono sovrapposti tra loro. Il loro utilizzo è consigliato per organizzare e gestire al meglio i diversi componenti grafici di un file e la loro sovrapposizione.

M

Mockup 3D: file digitale interattivo che mostra un’anteprima tridimensionale del prodotto.

P

Packaging neutro: non stampato.

Pantone: tipologia di tinta piatta.

Perforazione: linea di taglio tratteggiata utilizzata per consentire lo strappo di un componente della scatola o per agevolarne la piegatura.

Profondità (B): distanza tra il fronte e il retro della scatola.

Prototipo: primo modello del prodotto definitivo finito utilizzato per verifiche funzionali e grafiche prima della produzione finale.

Punto di bianco: valore che definisce il grado di bianco del materiale.

Q

Quadricromia: vedi CMYK.

R

Resa: numero di scatole realizzabili su un unico formato di stampa.

Resa mista (o multipla): vedi Grafica multipla.

Retino: insieme di punti disposti secondo un’inclinazione prestabilita in base alla tinta.

RGB: è un metodo colore a sintesi additiva basato su tre colori primari: rosso (Red), verde (Green) e blu (Blue) che vengono mescolati tra loro per ottenere tutti gli altri colori dello spettro cromatico. Maggiormente utilizzato per immagini ed elaborati destinati a dispositivi che emettono luce.

Risoluzione: quantità di pixel presenti in uno spazio lineare (cm, pollice, ecc…) generalmente espressa in dpi. Determina la nitidezza di un’immagine.

S

Sovrastampa: sovrapposizione degli inchiostri in fase di stampa.

T

Tinta piatta: colore ottenuto da un solo inchiostro e non dalla sovrapposizione di più retini.

Tracciato fustella: sagoma di taglio e piega della scatola stesa composta dalle linee di taglio, di abbondanza e di cordonatura.

U

Unghiatura: vedi Asola.

V

Volta: retro della bianca.


Crea e stampa il tuo packaging online